LIBRI E DVD CONSIGLIATI
"L'unica differenza fra dove ti trovi ora e dove ti troverai fra un anno
sta nei libri che leggerai e nelle persone che incontrerai"
Charlie Jones
PER PREPARARE IL CORPO
Arte della Commedia IL METODO FELDENKRAIS
"Nulla nei nostri schemi di comportamento è immutabile, se non il credere che lo siano". (Moshe Feldenkrais) Il movimento rivela chi e come siamo. E' alla base delle nostre azioni, delle nostre sensazioni e delle nostre emozioni. Il Metodo Feldenkrais®, è un processo educativo che utilizza il movimento corporeo per ottenere il miglioramento delle possibilità psico-neuromotorie nell'essere umano.
Moshe Feldenkrais, l'ideatore del Metodo, considerava infatti il movimento quale mezzo semplice e diretto per focalizzare l'attenzione su "quello che noi non sappiamo, di non sapere"..."Se sai quello che fai, fai quello che vuoi" (Moshe Feldenkrais). Il Metodo insegna a "usare" se stessi con maggior abilità, efficienza e semplicità per raggiungere gli scopi desiderati. Coinvolge la persona a livello senso-motorio, consentendole una profonda integrazione tra movimenti, sensazioni, sentimenti e pensierii. E’ una delle pratiche più efficaci nello sviluppo e nel potenziamento delle abilità e delle capacità di cambiamento
Arte della Commedia
FARE YOGA CON ATEEKA
Lo yoga per sviluppare una postura flessibile, un corpo forte e armonico e sciogliere le tensioni. Questo DVD presenta: il saluto al sole, gli allungamenti, le flessioni, le torsioni, il lavoro a terra... Le posizioni sono presentate da Ateeka che, nella splendida cornice dell’isola di Maui alle Hawaii. spiega tutti i benefici di ogni esercizio. Ateeka è un’istruttrice che pratica Yoga da 15 anni. È riconosciuta a livello internazionale e fa parte dell’International Yoga Therapists Association.
Arte della Commedia
CANTO E RESPIRAZIONE ENERGETICA. CD
I brani contenuti in questo cd, possono essere utilizzati come esercizi di vocalizzazione e respirazione, molto utili per il riscaldamento vocale come allenamento e prima di un’esibizione. I brani sono canti tradizionali del Sud dell'India, caratterizzati dal suono fascinoso del "tambura".
Moshe Feldenkrais Moshe Feldenkrais nasce in Russia nel 1904 ed emigra in palestina a tredici anni. Intorno al 1930 si laurea in ingegneria, e successivamente in fisica alla Sorbona di Parigi. Cintura nera di judo, fonda il primo Judo Club di Francia e scrive diversi libri sull'argomento. Ad un certo punto della sua vita le conseguenze di un incidente ad un ginocchio avuto in gioventù lo obbligano a stare a letto. Feldenkrais inizia su di se a compiere esplorazioni con piccolissimi movimenti per un lungo periodo, rafforzando la sua consapevolezza cinestetica, fino ad avvertire le inconsce e sottili connessioni neuromuscolari fra tutte le parti del suo corpo. Attraverso l’autoeducazione, imparò a camminare in modo efficiente e indolore, creando il metodo che poi insegnò ad altri. Dopo aver lavorato per anni in relativo anonimato, negli ultimi anni Settanta il suo lavoro venne conosciuto e rispettato internazionalmente per la sua valenza nei settori della riabilitazione e dello spettacolo. Tra i suoi allievi ed allieve più celebri Margareth Mead, David Ben Gurion, Peter Brook, Yehudi Menuhin, Leonard Bernstein. Mori in Israele nel 1984
Arte della Commedia IL METODO ALEXANDER
Il metodo elaborato da F.M. Alexander consiste in una serie di semplici esercizi che permettono dapprima di divenire consapevoli dei movimenti del proprio corpo, poi di correggere tutte quelle posture che procurano tensioni fisiche e mentali rubando preziosa energia. Eliminando le tensioni e gli sforzi non necessari è possibile migliorare il benessere corporeo, potenziare il rendimento sul lavoro e nelle attività del tempo libero, favorire l'equilibrio psicofisico.

I CINQUE TIBETANI.
La pratica dell'eterna giovinezza. DVD I Cinque Tibetani sono una forma di meditazione fisica attiva, molto efficace per prendere coscienza di se stessi, del proprio corpo fino alla più piccola cellula. Eppure chi resta troppo condizionato dallo scopo finale rischia di perdere l'occasione di un'esperienza meditativa davvero profonda, infatti, mentre ci si affanna con sempre maggiore accanimento a inseguire la ricompensa, una volta raggiunta la meta, si ci lascia facilmente sfuggire quel momento di piena libertà in cui ogni scopo appare privo di importanza.