Gli insegnanti dei nostri laboratori

Alba Alàbiso
Interpretazione - Elementi espressivi della voce, Tecniche di memorizzazione - Analisi transazionale - Dizione..
Insieme a lei avrete modo di sbalordirvi della vostra rinnovata capacità di memorizzare qualunque cosa, comprese le regole per un uso professionale della parola, attraverso trucchi e metodi davvero semplici e divertenti! Vi condurrà ad identificare gli elementi che determinano una narrazione coinvolgente.Vi farà indagare i segreti delle relazioni fra i personaggi in chiave di analisi transazionale e vi inciterà a sviluppare il vostro senso critico e...dopo averla conosciuta, andare a teatro o al cinema, non sarà più la stessa cosa... Infine sarà entusiasta di condividere l'amore per i grandi autori teatrali, portandoli in scena con voi per il saggio di fine anno!
Alessandro Ragona Interpretazione - Dizione - Uso della voce
Attori si nasce o si diventa? Quanti sono convinti che per recitare, se manca il talento è inutile provarci.. Quante delusioni, frustrazioni, abbandoni ha originato questa inappellabile sentenza! Nessun insegnante di recitazione dovrebbe mai dire ad un suo allievo di rinunciare perché non ha talento. Quando ciò accade significa solo che il maestro ha frainteso la propria ragion d'essere: non giudice ma guida illuminante... Il vero talento richiesto all'allievo sta nella passione incontenibile, nel desiderio di penetrare l’animo umano, di entrare nei panni di un altro... E' vero invece che nessun attore, per quanto "dotato" può affidarsi alla casualità, nessun talento per quanto grande, può esprimersi compiutamente senza costante lavoro e senza tecnica. Dunque noi cercheremo di trasmettervi la tecnica, e voi ricordatevi di portare a lezione il vostro entusiasmo!
Gigi Piras - Davide Graziano Improvvisazione
Riscoprire il piacere di giocare come bambini, e trovarsi a ridere fino alle lacrime, per recuperare la capacità di affrontare gli imprevisti, sulla scena, ma anche nel quotidiano, con un briciolo di umorismo e creatività! Basta anche solo uno spunto e tutto accade e la fantasia si scatena a disegnare trame da cui nascono spontanee, come dal nulla, le situazioni, tanto che a volte isolate scenette possono dar vita a vere e proprie rappresentazioni...
Roberto Canavesi Storia del teatro
In quanti modi si fa teatro oggi, come si è fatto in passato, com’è nato? A quali esigenze, tipicamente umane, risponde la necessità di raccontare, rappresentare ed ascoltare storie? Come si recita oggi e come si è recitato e come è stato considerato l’attore nella società attraverso la storia? A queste e tante altre domande potrete trovare risposta durante le lezioni di storia del teatro in cui in cui vi troverete coinvolti personalmente nell’azione teatrale perché possiate sperimentare direttamente sulla scena.
Davide Graziano Interpretazione cinematografica
Troppe volte i "neo attori" che escono da una scuola di recitazione quando salgono su un palco sono troppo preoccupati di rispettare tutte le regole di recitazione e di dizione che hanno appreso. Il risultato? Una recitazione "finta", poco credibile, poche emozioni trasmesse al pubblico. Attraverso l’analisi di testi e l’interpretazione di personaggi cinematografici, allievo sarà portato a rendere la sua recitazione più naturale e di conseguenza più credibile per il pubblico.

Teatro per i ragazzi
Tanti ragazzi nell’età dell’adolescenza sono timidi e hanno paura di mettersi in gioco o di fare brutta figura quando si espongono parlando in pubblico. Il teatro sicuramente è uno strumento unico per poter vincere alcune paure che inibiscono il carattere, come ad esempio la paura di essere giudicati! Una panoramica su tutti gli aspetti della recitazione può migliorare le capacità espressive ed espositive dei ragazzi e anche il modo di porsi in pubblico.

Giorgia D'Agostino
Espressione Corporea
"Il nostro pensiero preme sui nostri gesti, come il pollice dello scultore preme sulle forme; e il nostro corpo scolpito dall’interno si dilata."
Per chi si chiede perché, per praticare il palcoscenico, si debba lavorare sul corpo, questa frase di Decroux può offrire la risposta.
Prima ancora della nostra voce è il corpo a parlare di noi, delle nostre emozioni, delle nostre opinioni.
Di questo prenderemo gradatamente consapevolezza sciogliendo dolcemente il corpo nel piacere del movimento espressivo.